×

Amazzoni: dal mito alla realtà

di Federica Gentile | 7 Gennaio 2020

rappresentazione delle Amazzoni su un vaso
Mythology Wiki

Vi ricordate delle Amazzoni? Le coraggiose donne guerriere descritte tra gli altri da Omero nell’Iliade e poi riprese da Charles Moulton, il “padre” di Wonder Woman? Finora sono state sempre considerate niente di più che un mito, ma pare, come riportato dal Washington Post, che invece siano esistite veramente. Recenti scoperte archeologiche hanno rilevato l’esistenza di “gruppi di donne nomadi che si allenavano, cacciavano e combattevano a fianco degli uomini nella steppa eurasiatica”.

Più precisamente, in Russia occidentale – dove gli antichi Greci effettivamente avevano collocato le Amazzoni – sono stati ritrovati i resti di 4 donne guerriere vissute circa 2.500 anni fa, sepolte insieme al necessario per cavalcare e a punte di freccia.

Il ritrovamento dei resti di queste donne guerriere, di varie età, dimostra come la società a cui appartenevano le Amazzoni fosse egalitaria, infatti: “Il fatto che ci siano diverse età è importante perchè si pensava che le donne non combattessero perchè avevano figli”.

Si tratta di un ritrovamento che smentisce vari miti, tra i quali l’idea che le Amazzoni fossero invece uomini senza barba (!!!) scambiati per donne dai Greci.

Charles Moulton ci aveva visto lungo quando – a proposito di Wonder Woman, che era la figlia di Ippolita, Regina delle Amazzoni – disse: “credo che Wonder Woman sia una propaganda psicologica per il nuovo tipo di donna che dovrebbe, credo, dominare il mondo”.

Fonte: Amazons were long considered a myth. These discoveries show warrior women were real.

Cliccando su "Accetto" e continuando la navigazione sul sito accetti di utilizzare i cookies. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli accedi alla Privacy Policy. Cliccando su Accetto, accetterai di ricevere cookie dal nostro sito.

Chiudi