×

Olio di Argan ed empowerment femminile

di Federica Gentile | 12 Febbraio 2020

foto di Foto di Lalla Essaydi
Foto di Lalla Essaydi  

Che l’empowerment delle donne sia uno degli effetti miracolosi dell’olio di Argan? L’olio viene prodotto principalmente in Marocco da donne riunite in cooperative, e benchè si tratti di una produzione in notevole crescita, è ancora caratterizzata da remunerazioni piuttosto basse, come riportato dalla BBC.

Le donne che lo producono – principalmente berbere – sono mediamente pagate al di sotto del salario minimo che vige in Marocco, pari a circa 222 dollari al mese. E, come riportato da Zoubida Charrouf, docente di chimica all’università Mohammed V University di Rabat, in alcuni casi le donne sono pagate solo 50 dollari al mese. Preoccupa anche la crescita dell’estrazione industriale dell’olio di Argan, che rischia di abbassare ulteriormente il prezzo dell’olio, con effetti negativi sulle piccole cooperative.

Tuttavia, la produzione dell’olio di Argan, per quanto sia ancora a rischio di sfruttamento del lavoro femminile, ha rappresentato anche una fonte di empowermente per le donne in Marocco. Zahra Kenabo, presidente di una cooperativa di produzione di olio di Argan ha dichiarato a UNIDO, che ha avviato un progetto volto a sostenere le cooperative in Marocco, che: “Prima, una donna non poteva uscire di casa. Davamo l’olio ai nostri mariti, i quali poi lo vendevano al mercato e noi non guadagnavamo nulla. Ma adesso le cose sono completamente cambiate. Siamo indipendenti dal punto di vista finanziario e spesso gudagniamo più dei nostri mariti.”

Con la maggiore indipendenza economica è anche cresciuto il potere politico delle donne nelle loro comunità. Non solo, poichè gli alberi di Argan sono particolarmente vulnerabili alla siccità, le cooperative di donne che producono l’Argan si sono impegnate anche nella preservazione dei semi e nella coltivazione degli alberi in vivai.

C’è anche una bella collaborazione tra Italia e Marocco per la produzione e commercializzazione dell’olio di Argan che ha avuto ricadute positive sulla vita delle donne che producono l’olio e sulle loro comunità: Simplement Argan , un’azienda italiana, circa 10 anni fa ha stretto un accordo di collaborazione con la cooperativa Bouzama Essaouira. A seguito della collaborazione, la cooperativa dà oggi lavoro a 280 famiglie, e, secondo quanto riportato da La Stampa, “[c]on fondi privati e delle Nazioni Unite, è nata una scuola, poi un laboratorio per l’estrazione dell’olio con standard occidentali, corsi di alfabetizzazione, persino le biciclette per i bambini che possono raggiungere la scuola da casa.”

Fonte: The women who make argan oil want better pay

Cliccando su "Accetto" e continuando la navigazione sul sito accetti di utilizzare i cookies. maggiori informazioni

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli accedi alla Privacy Policy. Cliccando su Accetto, accetterai di ricevere cookie dal nostro sito.

Chiudi